15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31
Palermo

SIPARIO SULLA QUINTA EDIZIONE, soddisfatta l'organizzazione

Palermo Comic Convention: bilancio positivo, boom di visite

9 Settembre 2019

Si è conclusa la quinta edizione di Palermo Comic Convention, salone internazionale di fumetto, games, cinema & new media svoltosi durante il weekend scorso.

Una kermesse impreziosita dalla presenza della superstar del fumetto Eduardo Risso, l’argentino vincitore di quattro premi Eisner (l’Oscar del settore), e dell’attore britannico Kevin McNally (“Pirati dei Caraibi”).

Il report fatto dall’organizzazione dell’evento parla di un bilancio positivo, con trentaduemila presenze in tre giorni di manifestazione, con la “fiammata” di sabato sera per il concerto di Giorgio Vanni, interprete delle sempre amatissime sigle tv dei cartoni animati.

«Numeri che ci ripagano della fatica fatta negli ultimi mesi», hanno commentato Alessio Riolo, direttore generale di Palermo Comic Convention, e Antonio Scuzzarella, direttore culturale della kermesse, «perché, al di là dell’aspetto meramente imprenditoriale, abbiamo la fiera consapevolezza di stare portando avanti un progetto artistico-culturale di grande rilievo per Palermo e per la Sicilia intera».

Anche dalle singole aree ottimi risultati: l’inedita Area Family con i laboratori ha trovato il pieno riscontro dei visitatori più piccoli, che per tre giorni si sono cimentati in giochi pedagogici, approcciandosi al mondo del fumetto e della fantasia.

«La forte e convinta attenzione ai bambini, che sono i futuri lettori di fumetti o di letteratura che sia, crediamo possa divenire una delle cifre alte della nostra manifestazione, che, ricordiamolo, è un evento corale, con tante anime, dai comics al cinema, dai games al cosplay, dalla musica al collezionismo. Tante anime tutte unite dalla passione per la Bellezza e per l’Arte in ogni sua declinazione».

Durante questa quinta edizione del Palermo Comic Convention si è svolto il primo Pcc Short, manifestazione nella manifestazione dedicata ai corti cinematografici. Di seguito i premiati.

  • Miglior cortometraggio: “Ainhoa” di Ivan Sainz-Pardo
  • Migliore regia: “Pulse” di Sarah Forest, Cécile Floucat, Pauline Javelot, Juliette Gales, Thibaut Wambre, Kevin De Garidel
  • Miglior corto d’animazione: “Palomitas” di Sergi Vizcaino
  • Premio Speciale “Via dei Corti”: “Goodbye Marilyn” di Maria Di Razza
  • Premio del pubblico: “Framed” di Marco Jemolo.

 

LEGGI ANCHE:

Tra giochi e fumetti, va in scena il Palermo Comic Convention | VIDEO

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.