21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.15
Palermo

Per il sindaco: "siamo una città mediorientale, uscire dal provincialismo"

Papa Francesco scrive a Orlando , “Grazie per la cultura dell’accoglienza che si pratica a Palermo”

14 Gennaio 2017

Papa Francesco scrive al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. “Ho ricevuto una lettera da papa Francesco nella qualita’ di sindaco di questa citta’ che esprime gratitudine per la cultura dell’accoglienza che si pratica in questa citta’ ogni giorno“. Lo ha detto il sindaco Orlando, nell’ambito della presentazione delle manifestazioni di #UniPa2017, presentate stamattina, allo Steri, dal rettore dell’Universita’ di Palermo, Fabrizio Micari, nell’ambito di Palermo Citta’ Universitaria e Palermo Capitale Italiana dei Giovani. “Palermo non e’ una citta’ mitteleuropea, ma una citta’ mediorientale in Europa. Siamo una realta’ maledetta perche’ non ci autostimiamo – ha aggiunto – dobbiamo uscire da questo gretto provincialismo, ma grazie all’impegno dei giovani si e’ proiettata un’immagine diversa di questa nostra citta’, consentendo di superare la competizione di Bari e Venezia e succedendo a Perugia, capitale italiana dei giovani nel 2016″.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.