19 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.51

I dipendenti hanno inviato una lettera all'azienda

Poste, i lavoratori siciliani minacciano proteste: vogliono il full time

6 Novembre 2018

Due settimane fa la trasferta romana, che ha visto una rappresentanza del comitato #FullTimeSubito per i lavoratori postali accolta al Ministero dell’Economia e delle Finanze dal Sottosegretario Villarosa e alla Camera dei Deputati da diverse delegazioni di parlamentari. Oggi, dopo mesi di proteste, non accenna a placarsi lo stato di agitazione dei lavoratori siciliani, anche di quelli in servizio al centro-nord Italia.”Gli incontri avuti a Roma, hanno segnato un crocevia importante per la nostra battaglia. Gli impegni seri e concreti assunti dal Sottosegretario a nome del Governo e dai parlamentari, ci fanno guardare con più fiducia al prossimo futuro, ma la nostra battaglia non si ferma qui. In attesa di essere convocati anche noi, oltre alla governance aziendale e ai segretari nazionali dei sindacati, in audizione presso la IX commissione della Camera dei Deputati, oggi chiediamo un confronto con l’azienda con l’obiettivo di trovare soluzioni efficaci, ma allo stesso tempo interventi immediati: blocco delle assunzioni dal mercato esterno di nuovi precari e di giovani laureati con l’obiettivo di promuovere la valorizzazione delle risorse già in servizio, revisione al rialzo dei numeri delle conversioni in full-time, delle stabilizzazioni e della mobilità in ingresso riservati alla Sicilia, redistribuzione verso le regioni del Sud Italia delle proposte di conversione in full-time rifiutate in questi mesi dai colleghi in servizio nel Centro-Nord Italia.”

Sono queste le principali richieste avanzate dalle diverse centinaia di lavoratori, che in questi mesi hanno aderito al comitato #FullTimeSubito per i lavoratori postali, mediante un documento inviato oggi alla dirigenza regionale e nazionale di Poste Italiane e alle segreterie dei sindacati di categoria, dai quali nei mesi scorsi i lavoratori hanno deciso di cancellarsi in blocco in segno di protesta.

“Continueremo ad astenerci dallo svolgimento di prestazioni straordinarie per evidenziare le carenze di personale che abbiamo in Sicilia e se non dovessimo avere risposte concrete, siamo pronti a scendere in piazza e a dar luogo a dei sit-in di protesta, proprio come già annunciato dalle segreterie regionali dei sindacati. Al contempo” conclude la nota “rilanciamo l’appello ai parlamentari regionali e nazionali e alle Istituzioni, affinché sostengano la nostra battaglia di dignità e giustizia, priva di alcun colore politico, i nostri appelli e le nostre forme di protesta.”

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.