I carabinieri hanno arrestato Pietro Spataro, di 50 anni, e la compagna 40enne, entrambi di Caltagirone, ritenuti responsabili di concorso in furto ed estorsione aggravati. I due avrebbero escogitato il furto di un cane di razza – uno Spitz del valore di circa 700 euro -, sottratto ieri pomeriggio da casa del fratello della donna, per poi minacciare telefonicamente il poveretto: “O ci dai 500 euro o il cane muore”.

L’uomo, terrorizzato, si è rivolto ai Carabinieri della Stazione di Caltagirone, che hanno teso una trappola agli estorsori. Così, fingendosi favorevole all’elargizione della somma richiesta, la vittima ha contattato coloro che gli avevano chiesto il riscatto, che lo hanno invitato a presentarsi in via Tenente Cataldo, dove sarebbe dovuto avvenire lo scambio.

All’appuntamento, oltre alla vittima, si sono presentati anche i Carabinieri che, ben nascosti, sono intervenuti nel preciso istante in cui i due hanno intascato il denaro stringendo ai loro polsi le manette.

I 500 euro sono stati interamente recuperati mentre il cagnolino, trovato dai militari a bordo dell’auto della coppia, ha potuto “riabbracciare” l’amato padrone. Agli arrestati sono stati concessi i domiciliari.