19 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 02.39
Palermo inaugurato al pubblico in una nuova veste domani alle 18

Riapre il Teatro Garibaldi con mostre e proiezioni per l’arrivo di Manifesta

12 luglio 2017

Riapre il teatro Garibaldi di Palermo e sarà ufficialmente inaugurato al pubblico in una nuova veste domani alle 18 con “Aspettando Manifesta 12”. Sarà aperta la mostra “Manifesta Cultural History”, dedicata alle edizioni precedenti della biennale nel mondo (raccontate attraverso fotografie, video, testi e oggetti) e una biblioteca d’arte temporanea, che ospiterà anche i risultati del progetto “Fatimide”, a cura dell’artista palermitana Gabriella Ciancimino, realizzato con i bambini di piazza Magione.

Saranno poi proiettati gli ArtDocs di Manifesta 11 a Zurigo, documentari sulla biennale ospitata dalla città svizzera dall’11 giugno al 18 settembre 2016. In programma dal prossimo autunno, conferenze, workshop e incontri dedicati alle edizioni precedenti e alla costruzione della biennale 2018 in cui saranno invitati artisti, curatori e creativi, per condividere idee e promuovere connessioni internazionali.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...