13 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.32
Agrigento

Sulla Statale 640

Salta un giunto nel viadotto, danni alle auto sulla Agrigento-Caltanissetta

25 Agosto 2019

Numerose auto hanno subito danni ieri sera a causa del movimento di un giunto su un viadotto della statale 640 Agrigento-Caltanissetta, nel territorio comunale di Racalmuto.

Il giunto ha creato un gradino sulla sede stradale e al buio non era visibile. Le auto hanno riportato danni prevalentemente alle gomme e ai cerchioni.

Sul posto sono intervenuti polizia stradale, carabinieri e Anas (che gestisce l’arteria). Gli automobilisti saranno risarciti su richiesta e presentazione dei giustificativi di spesa.

Non si registrano danni a persone. La statale 640 è stata recentemente battezzata la “Strada degli scrittori” perché attraversa luoghi che hanno dato i natali a importanti nomi della letteratura come Leonardo Sciascia e Andrea Camilleri. Un tratto dell’arteria – che presenta numerosi viadotti e doppia corsia – è stato inaugurato nella primavera del 2017.

Sulla vicenda della rottura del giunto l’Anas precisa che «il viadotto “Roveto”, ove si è verificata la parziale disconnessione di un giunto di dilatazione, è aperto al traffico dall’anno 2012. A seguito della segnalazione effettuata dalla polizia stradale, il Contraente Generale “Empedocle scpa“, che ha realizzato l’opera e la ha ancora integralmente in gestione, è prontamente intervenuto disponendo la parzializzazione della carreggiata nel tratto interessato e già a partire da domani provvederà alla riparazione del giunto danneggiato, che è una operazione di ordinaria manutenzione da effettuarsi a carico della Empedocle scpa».

 

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Grazie a Dio è Venerdì Jean-Jacques

Ho seguito la politica sui mezzi di comunicazione informatica fino al suggello dell’esito della crisi, attraverso i social e mi sono fatto un po' di domande sulla loro infallibilità. Ci si può fidare un "computerone"? È vera la completa assenza di un moderatore fisico in grado di influenzare e ribaltare le scelte del sistema informatico.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Donne che amano troppo

Le vie della dipendenza relazionale sono da rintracciare nell’infanzia perché si è stati emotivamente deprivati di tutte quelle conferme necessarie a una buona e sana crescita del sé e per via dei condizionamenti socioculturali e religiosi che portano a essere maledettamente insicuri e dipendenti nella relazione con il proprio partner.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.