22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.43
Palermo

Grand Prix Sicilia

Scacchi: ad Altavilla Milicia il Torneo Grand Prix “Trigna”, domenica 3 marzo

26 Febbraio 2019

Si terrà ad Altavilla Milicia (Palermo), domenica 3 marzo, il Torneo di scacchi Grand Prix “Trigna, valido per le variazioni Elo Rapid FIDE, per i circuiti Grand Prix Sicilia e Palermo Scacchi 2019. Il nome della competizione si rifà a quello della Riserva naturale Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto che ricade nei territori dei Comuni di Altavilla Milicia, Baucina, Caccamo, Casteldaccia, Trabia e Ventimiglia di Sicilia.

Gli appassionati di questo storico gioco da tavolo si sfideranno presso i locali dell’Istituto comprensivo “Mons. Arciprete Gagliano”, in via Caduti di Nassiriya n. 4. Porte aperte anche agli esordienti, ovvero a chi non fa parte dei circoli scacchistici e non ha mai partecipato a tornei di scacchi. Tutti possono iscriversi nello stesso giorno, entro le ore 15.

L’evento è promosso dalla Pro Loco, organizzato dall’A.S.D Chessmate Academy di Bagheria e patrocinato dal Comune di Altavilla Milicia.

L’obiettivo del torneo non è soltanto quello agonistico, ma anche quello di diffondere l’amore per questa disciplina e la cultura dello stare insieme. Alla fine della giornata verranno premiati: i primi tre classificati della gara in assoluto; il primo classificato nelle categorie Under 16, 14, 12, 10 e 8; il 1° classificato nella categoria “Nonni”; il 1° classificato nella categoria “Papà”; la 1° classificata nella categoria “Mamme”. Per ulteriori informazioni rivolgersi al 347 4531582.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.