16 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.11
Taormina

dal 18 al 25 agosto

Taormina, presentato il programma “Opera Stars”

9 Agosto 2019

Presentato a Taormina nel corso di una conferenza stampa, alla quale vi hanno preso parte, fra gli altri, il sindaco Mario Bolognari e l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, il quinto festival internazionale della musica.

Nei locali de “La Baronessa“, messi a disposizione da parte della famiglia Parisi, è stato presentato il programma di un’iniziativa dal programma “stellare”.

Alla presentazione oltre al primo cittadino e all’assessore regionale al Turismo della Regione Siciliana, Manlio Messina, il direttore d’orchestra, Gianna Fratta e l’organizzatore dell’evento, Maurizio Gullotta.

Nutrita la partecipazione a questa presentazione dalla quale sono emersi anche interessanti novità per il mondo artistico siciliano.

“La Regione – ha annunciato Messina – ha in programma un progetto per supportare le produzioni artistiche isolane. Taormina opera stars è, ad esempio, una realtà che con tanto sforzo riesce a produrre spettacoli di spessore“.

Bolognari ha ribadito la necessità di una selezione degli spettacoli da realizzare al Teatro Antico – “Si deve tornare all’utilizzazione della cavea di un tempo – ha detto il primo cittadino – magari privilegiando la qualità, piuttosto che la quantità degli eventi“.

Il maestro, Gianna Fratta, oltre a sottolineare il valore delle produzioni siciliane, si è dedicata al tema della Carmen, opera lirica che fa parte del festival.

Sarà interessante assistere ad un dramma che – ha spiegato la Fratta – fin dalla sua prima rappresentazione fa vedere sul palcoscenico l’uccisione di una donna. Un momento questo che in altre opere, magari, viene solo narrato“.

Numerosi sono stati quanti hanno raggiunto i locali dell’antico palazzo ubicato nel cuore di Taormina tra cui: il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, il presidente onorario della “Pro Loco”, Carlo Turchetti, il presidente di “Imprenditori per Taormina”, Carmelo Pintaudi e gli assessori di Taormina, Andrea Carpita e Francesca Gullotta assieme a numerosi consiglieri comunali.

Per l’estate 2019, dal 18 al 25 agosto, “Taormina Opera Stars” ha deciso di superare gli straordinari risultati delle scorse edizioni proponendo tre eventi d’eccezione. Una “cavalcata vincente” di musica e spettacolo dedicato alle donne perché, come ha precisato l’editore di “Sud Press”, Pierluigi La Rosa, saranno numerose le protagoniste del festival tra cui ad esempio, la coreografa, Alessandra Scalambrino del corpo “Danza Taormina”, che ha partecipato alla presentazione.

Si comincia, dunque, il 18 agosto con la compagnia di danza tra le più prestigiose al mondo, K-Arts Dance Company, il 21 con replica il 24 una spettacolare edizione dell’amatissima opera lirica, Carmen diretta da Gianna Fratta, con un cast di spessore, per la regia di Antonio De Lucia. A conclusione, il 25 agosto, un evento di portata mondiale con il concerto di un vero mito della musica: Martha Argherich in recital con Daniel Rivera. Tutto si svolgerà sotto la direzione artistica del maestro, Davide Dellisanti.

Song of the Mermaid” – Il 18 agosto il Festival 2019 di Taormina Opera Stars sarà inaugurato presentando sul palcoscenico del Teatro Antico un balletto classico: “Song of the Mermaid“, liberamente ispirato all’affascinante favola della Sirenetta di Hans Christian Andersen. In scena al Teatro Antico “K-Arts“, la più importante compagnia di danza della Corea, applaudita nei teatri di tutto il mondo dal “Kennedy Center” di New York ai teatri di San Francisco, Tokyo, Pechino, Parigi e Londra. Lo spettacolo, per la prima volta in Italia, sarà in esclusiva nazionale a Taormina. Articolato in due atti, con costumi coloratissimi e coreografie spettacolari, narrerà le vicende della Sirenetta in una storia d’amore commovente adatta a grandi e piccini.

Carmen” – Il tempo di montare le sontuose scene appositamente realizzate da una delle imprese leader negli allestimenti scenici, la “Bottega Fantastica” di Daniele Barbera, vanto dell’eccellenza artigiana siciliana apprezzata in tutto il mondo, e si torna sul palco con la grande lirica targata Taormina Opera Stars, il 21 e 24 agosto, con uno dei capolavori più rappresentati e amati al mondo: “Carmen” di Georges Bizet su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Havély. Opéra-comique in quattro atti, è stata rappresentata per la prima volta a Parigi il 3 marzo 1875 e da allora riscuote costanti successi. A dirigerla non poteva che essere una donna di grande tempra come la Fratta, direttore d’orchestra tra i più apprezzati, pupilla del grande direttore russo Yuri Ahronovitch, che scrive di lei “Non ho mai conosciuto un direttore così giovane e già così dotato di cuore e di braccio”.

Cast “stellare” per Carmen che sarà impersonata dal mezzo soprano, Sanja Anastasia. Si affiancherà al tenore che impersonerà Don José, Dario Di Vietri. Il cast completo prevede inoltre: Micaela: Cristina Park (21 agosto) – Maria Tomassi (24 agosto); Escamillo: Shi Zong (21 agosto) – Cristian Barone (24 agosto); Frasquita: Ripalta Bufo; Mercedes: Angelica di Francesco (21 agosto) – Sabrina Messina (24 agosto); il Dancaire: Hata Shinnosuke; il Remendado Fabio Perillo; Zuniga: Ogai Michio (21 agosto) e Graziano D’Urso (24 agosto); Morales: Alessandro Vargetto. Aiuto Regista sarà Francesco Briguglio. Orchestra e Coro del “Taormina Opera Stars”.

Il Maestro del coro sarà, Carmelo Pappalardo. Il Coro delle voci Bianche “Vincenzo Bellini” avrà come direttore: Daniela Giambra. Il corpo di ballo è, appunto, di “Danza Taormina” della coreografa Scalambrino. Gullotta, tra gli artefici dell’iniziativa culturale, svolgerà il ruolo di direttore musicale. Un’iniziativa questa del presidente dell’Associazione “Aldebaran”, Antonio Lombardo. Insomma una rappresentazione all’insegna della qualità che cercherà di impreziosire una delle serate di agosto di Taormina.

Martha Argherich e Daniel Rivera – Il 25 agosto sarà, infine, ospite del Festival “Taormina Opera Stars” la pianista Marta Argherich, leggenda vivente della tastiera d’avorio, un’autentica superstar della musica. Considerata la regina del pianoforte, la più grande pianista al mondo, per la prima volta al Teatro Antico, eseguirà il “Concerto numero 1, in Mi bemolle Maggiore” di Franz Liszt. Artista assoluta e poliedrica, sarà protagonista di un evento unico in Italia. Accanto a lei si esibirà il suo grande amico e pianista di fama internazionale, Daniel Rivera, che proporrà il “Concerto in La minore” di Edvard Grieg. L’Orchestra del “Taormina Opera Stars” sarà diretta dal maestro, Dellisanti. Un momento intenso di musica che, come ha precisato il direttore di produzione, Salvatore Coco “potrà entrare nella storia degli eventi del Teatro Antico”.

Tre appuntamenti straordinari, quindi, che faranno di Taormina la capitale internazionale della grande musica classica, eventi assolutamente da non perdere e che giovano enormemente a suscitare l’interesse di quel turismo culturale di alto standing che da solo potrebbe contribuire in maniera significativa alla crescita economica e sociale dell’intero territorio.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.