18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.37
Siracusa

le dichiarazioni dell'assessore di Siracusa

Tornano le trivelle? Appello di Granata a Musumeci: “Revocare i permessi”

7 Agosto 2019

Il 5 luglio è arrivata la decisione dell’assessorato al Territorio e ambiente della Regione Siciliana di autorizzare il permesso di ricerca di idrocarburi presentato dalla ditta Maurel et Prom Italia srl. Il permesso riguarda una ricerca su un’area di 660,37 km nelle provincie di Siracusa, Ragusa e Catania. Le trivelle potrebbero intereressare la Val di Noto e altri territori di bellezza inestimabile.

La popolazione di Siracusa, il comitato No Triv, e varie personalità come l’assessore comunale Fabio Granata sono contrari a queste autorizzazioni che potrebbero portare a delle vere e proprie trivellazioni.

Fabio Granata lancia un appello al governatore Musumeci per dire No alle trivellazioni a Siracusa in territori del patrimonio dell’Unesco.

Bisogna bloccare queste operazioni propedeutiche alle trivellazioni. Tra l’altro questa società anche se con soci differenti è stata già bloccata nel 2005. Sembra una storia paradossale. Proprio per questo, faccio un appello al governatore Musumeci affinché blocchi e revochi subito le autorizzazioni a nuove trivellazioni per idrocarburi in territori Unesco del Sudest. Da tempo abbiamo scelto con decisione un modello economico fondato sul turismo culturale e naturalistico e sulla agricoltura biologica e la viticoltura di eccellenza. Sono molto speranzoso che il governatore possa accogliere il mio appello”. Racconta a IlSicilia.it l’assessore Granata.

Proprio il presidente Musumeci, nel 2016, fianco a fianco a Granata durante il referendum nazionale contro le trivelle aveva presentato all’Ars, nella scorsa legislatura, il Comitato #labellezzanonsitrivella.

Intendiamo dare un contributo decisivo, attraverso il nostro impegno concreto, alla salvaguardia del nostro mare, anche come atto politico di reazione al vergognoso appiattimento di Crocetta e del suo Governo agli interessi delle società petroliferedichiarava Musumeci nel 2016.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.