13 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.12
Palermo

DOMANI ALLE 12:00 IL VIA

Vela: al via la XV edizione della Palermo-Montecarlo

20 Agosto 2019

La grande vela internazionale torna in Sicilia con la XV edizione della Palermo-Montecarlo, la regata offshore organizzata dal Circolo della Vela Sicilia, con la collaborazione dello Yacht Club de Monaco e dello Yacht Club Costa Smeralda, che è stata presentata oggi a Mondello nella sede del club presieduto da Agostino Randazzo, nel corso di una conferenza stampa alla quale erano presenti, tra gli altri, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Assessore Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia Manlio Messina, l’Ammiraglio Roberto Isidori, Comandante della Capitaneria di Porto di Palermo, e il Consigliere Federale con delega alla vela d’altura Donatello Mellina.

Vela, Palermo - Montecarlo
Ph. Fabio Taccola

Ben 57 da 10 Nazioni – un record – le imbarcazioni, tra monoscafi e multiscafi, attualmente all’ormeggio al Marina di Villa Igiea, che domani a mezzogiorno, sotto la direzione del Presidente del Comitato di Regata Alfredo Ricci, partiranno dal golfo di Mondello per affrontare le circa 500 miglia di mare che separano Palermo da Montecarlo, con il passaggio obbligato di un gate posto all’altezza di Porto Cervo e con l’opzione di scegliere se lasciarsi la Corsica a destra o a sinistra.

Due i trofei in palio, oltre ai singoli premi di classe: il Trofeo Challenge perpetuo Angelo Randazzo, per il vincitore in tempo compensato del gruppo più numeroso tra i due previsti e vinto l’anno scorso dall’equipaggio francese di Tonnerre de Glen, e il Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita, per il primo scafo sul traguardo di Montecarlo in tempo reale, sfida che quest’anno avrà come protagonisti i Maxi Vera di Miguel Galluccio, Adelasia di Torres di Renato Azara, Ambersail 2 di Linas Ivanauskas e Aragon di Nicolas Le Carpentier.

Mai come quest’anno la Palermo-Montecarlo è una regata dalla connotazione internazionale, sia per il numero delle Nazioni rappresentate, ben dieci, sia per la qualità delle barche e degli equipaggi presenti, che annoverano delle vere e proprie leggende della vela mondiale“, dichiara il Presidente del Circolo della Vela Sicilia Agostino Randazzo. “È la conferma dell’interesse che la nostra regata riscuote al di fuori dei confini italiani, un appeal in costante e continuo crescendo che rappresenta una delle maggiori soddisfazioni per il nostro club e per tutte le persone impegnate nell’organizzazione. Sono sicuro“, conclude Randazzo, “che sarà un’edizione della Palermo-Montecarlo appassionante e avvincente, come sempre, e ricca di colpi di scena, con molte barche in grado di vincere la classifica in tempo compensato“.

Quest’anno anche il progetto “La vela del cuore” rivolto a giovani pazienti con cardiopatie congenite, operati e/o trapiantati di cuore, nato dal protocollo d’Intesa tra Arnas Civico e Lega Navale Italiana. La Dottoressa Nicoletta Salviato sarà a bordo dell’imbarcazione “Donna Rosa 2.0”, con le due pazienti cardiopatiche Clorinda Balsamo e Martina Leonardi che hanno già partecipato alla Regata Nazionale di giugno 2019 “Una Vela Senza Esclusi”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
LiberiNobili
di Laura Valenti

Donne che amano troppo

Le vie della dipendenza relazionale sono da rintracciare nell’infanzia perché si è stati emotivamente deprivati di tutte quelle conferme necessarie a una buona e sana crescita del sé e per via dei condizionamenti socioculturali e religiosi che portano a essere maledettamente insicuri e dipendenti nella relazione con il proprio partner.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.